Archivio della categoria: VIE NORMALI

Monte Civetta (3220 mt). Via Normale

Uno dei 3000 più famosi ed ambiti delle Dolomiti. Nella sua parete nord ovest si è fatta la storia del sesto grado in arrampicata. La Via Normale sale per il vallone orientale ed è per la maggior parte dell’ascensione, una ferrata di moderata difficoltà alternata a tratti non attrezzati in cui è necessario avere un passo sicuro. Cima di grande soddisfazione che però richiede un buon allenamento dato il dislivello complessivo (1600 mt.) partendo da Pecol Vecchio, C.ra del Zorzi (1400 mt.), Val Zoldana. Il Rifugio Torrani, poco sotto la Vetta, è un graditissimo punto di sosta e di ristoro in caso di stanchezza o mal tempo.

impegno totale: circa 8-10 ore

dislivello: 1600 mt.

difficoltà: PD, max II°, sempre da valutare condizioni neve

costo: 110 euro per 4 partecipanti, 130 euro per 3 partecipanti, 350 euro 1 o 2 partecipanti

info: Filippo +39 349 5500 647 Enrico +39 340 8260 997

Cima Grande di Lavaredo (2999 mt.). Via Normale

Le Tre Cime di Lavaredo non hanno bisogno di presentazioni. Sono considerate un tesoro naturale unico all’interno del Patrimonio Naturale dell’Umanità UNESCO Dolomiti. Scalate per la prima volta nel XIX secolo e oggi entrano sicuramente nella top 10 delle montagne più famose e fotografate al mondo…
La Cima Grande è la più alta delle tre ed è collocata al centro. La via normale si svolge lungo il versante Sud-Est e seppur comunque impegnative, rimane alla portata dell’alpinista medio, in cerca di itinerari selvaggi e soddisfacenti.

Difficoltà:
In gran parte II, un tratto di III. Se sei in grado di salire agevolmente sulle vie ferrate delle Dolomiti, sei in grado di scalare anche la Cima Grande di Lavaredo!

Partiremo dal Rifugio Auronzo.
Procederemo a tratti in conserva e a tratti con brevi tiri corda fino a raggiungere i 2999m della vetta alla Grande di Lavaredo, con un panorama mozzafiato a 360° su tutte le Dolomiti.

Durata
7 ore

Costo
350€ una persona
200€ a persona con due persone

Nel prezzo non è compreso il pedaggio per percorrere la strada che porta al Rifugio Auronzo e che è a carico dei partecipanti.

Attrezzatura: Scarponcini da trekking, imbracatura, casco.

Variazioni di date
su prenotazione è possibile organizzarsi con la Guida per effettuare l’ascensione sia in gruppo che privatamente in giornate diverse da quelle proposte.

Cliccare su “parteciperò” non è sufficiente per iscriversi all’escursione.

Info: Enrico +39 340 8260 997 Filippo +39 349 5500 647

Monte Antelao, Via Normale

L’Antelao, con i suoi 3264 mt, è, dopo la Marmolada, la seconda montagna più alta delle Dolomiti. La sua Via Normale, dopo il grande crollo di qualche anno fa, è diventata particolarmente difficile ed insidiosa ma continua a regalare, a chi la percorre, grande soddisfazione ed emozione. Base d’appoggio per rendere l’escursione meno faticosa in termini di lunghezza è il Rifugio Galassi ( 2018 mt.).

  1. Dislivello: 1300 mt dal Rifugio.
  2. Tempo di percorrenza complessivo: 8/10 ore
  3. Difficoltà: 1° grado con qualche passo di 2°
  4. Numero massimo partecipanti: 2 persone
  5. Costo: 380 euro 1 persona, 450 euro 2 persone

Monte Pelmo 3168 mt. Via Normale

Cima lunga ed impegnativa che richiede, da parte di chi l’affronta, un buon allenamento, un passo sicuro ed assenza di vertigini. Un itinerario vario, bello ed impegnativo, che ripaga chi lo percorre, con incredibili panorami sul gruppo del Civetta e della Moiazza. Una della cime più ambite ed importanti delle Dolomiti, una via normale che ripercorre le orme del suo primo salitore. Si susseguono un’esposta traversata sulla Cengia di Ball, una salita nel grandioso ambiente del Van, il grande catino naturale spesso innevato ad inizio stagione e la salita finale a tratti esposta sulla cresta sommitale.

  • Punto di partenza: Rifugio Venezia (1946 mt)
  • Cima: 3168 mt
  • Periodo ideale: da Luglio ad Ottobre
  • Durata: circa 6 ore in salita, 3-4 in discesa
  • Dislivello: 1600 mt da Zoppè di Cadore, 1200 mt dal Rifugio Venezia
  • Difficoltà: escursionistico-alpinistiche con tratti esposti non attrezzati lungo la cengia e la cresta sommitale.
  • Costo: 110 euro a persona 4 partecipanti, 130 euro 3 partecipanti, 300 euro 1 o 2 partecipanti.

Marmolada 3343 – via normale

La Marmolada o “Regina delle Dolomiti” svetta con i suoi 3343 m, è la vetta più alta delle Dolomiti e l’unica con un ghiacciaio degno di tal nome. Salire la Marmolada, per la via normale, è un’escursione affrontabile da tutti in quanto richiede solo un po’ di allenamento. Si tratta infatti di una bella camminata “ramponi ai piedi”, poi una piccola ferrata e, dopo un’ultimo sforzo salendo per un nevaio soprannominato la “Schiena di Mulo” la Cima è sotto di noi. Panorami unici, vista a 360 gradi di tutte le Cime Dolomitiche, esperienza in cordata in ghiacciaio, salita di una ferrata (molto facile), utilizzo di corda, piccozza e ramponi. Esperienza alpinistica da non perdere. Adatta praticamente a tutti.

Quest’anno non ci saranno i famosi “bidoni” ad agevolarci nella prima parte dell’escursione. Dovremo quindi guadagnarci con le nostre forze la salita al Rifugio Pian dei Fiacconi, per cui, se fatta integralmente in giornata, la gita è riservata a persone ben allenate ( più o meno 1300 mt di dislivello dalla Diga del Passo Fedaia alla Cima di Punta Penia). E’ quindi vivamente consigliato, la sera prima dell’escursione, il pernottamento al Rifugio Pian dei Fiacconi, famoso per l’ospitalità del personale di servizio e per l’ottima cucina.
Da quì, indossati i ramponi e legati in cordata, saliremo attraversando il ghiacciaio fino alla facile e corta ferrata che divide in due parti la salita, quindi con un ultimo sforzo raggiungeremo, grazie ad un nevaio soprannominato ” la schiena di mulo” la Cima, che ci appagherà grazie a panorami unici. Una meritata fetta del famoso strudel dal mitico rifugista Carlo Budel  e poi giù per la stessa via percorsa in salita. La gita, divisa in due giornate distinte, è adatta a quasi tutti, basta un pò di fiato e di allenamento ( 800 mt di dislivello), mentre, fatta integralmente in giornata, è molto più impegnativa.
Costo: -100 euro a persona per la salita in giornata
– 150 euro con pernottamento, cena e prima colazione in Rifugio
Entrambe le quote comprendono il noleggio del materiale necessario (piccozza, ramponi, imbrago e casco). Max 4 persone
Info: Filippo 3495500647
Enrico 3408260997

Continua a leggere